Blog

Notizie e novità

Granuloma dente devitalizzato: sintomi, diagnosi e cure

7 Feb 2022

Il granuloma in un dente devitalizzato è un’infiammazione del tessuto che si trova sulla punta della radice del dente (detto “tessuto periapicale”), causata da un’infezione. In questo specifico caso, l’infezione si manifesta a seguito di un’operazione di devitalizzazione del dente. Può infatti capitare che il nervo vitale si deteriori, facilitando così l’entrata di batteri attraverso il canale radicolare. Questi, diffondendosi in tutte le altre componenti del dente, arrivano ad infiammare la polpa e a causarne l’infiammazione.

 

Che cos’è il granuloma

Il granuloma si manifesta come una piccola protuberanza avvolta da un rivestimento fibroso che circonda la radice dentale. Quando l’infiammazione è in atto, il tessuto connettivo che si trova all’interno del dente si modifica e diventa granulare (da qui il nome di granuloma).

L’infiammazione prende forma in risposta ad uno stimolo e finché non si interviene sul problema, questa continua a crescere e ad aumentare di dimensioni, fino a poter raggiungere volumi importanti.

Il granuloma è l’effetto e non la causa del danno. Infatti, le cause che portano all’infiammazione, oltre alla devitalizzazione del dente, sono due. La prima è la presenza di una carie, mentre la seconda riguarda l’incrinatura o la frattura del dente. 

In entrambi i casi, il terreno per la proliferazione batterica risulta essere molto ampio e libero.

 

Sintomi e diagnosi del granuloma su dente devitalizzato

I sintomi del granuloma su dente devitalizzato o causato da carie possono non manifestarsi nell’immediato. Molte volte, infatti, non si percepisce alcun dolore e la patologia può passare inosservata anche per parecchio tempo. Questo accade in particolar modo in casi in cui i granulomi rimangono circoscritti all’apice della radice dentale. 

Nel momento in cui il problema viene trascurato, l’ascesso è uno dei primi stati patologici evidenti, con fuoriuscita di pus e la manifestazione di un forte dolore. In alternativa, può avere luogo una suppurazione, una grave infiammazione della radice con formazione purulenta.

I sintomi più comuni in questi casi sono:

  • Gonfiore e infiammazione gengivale
  • Dolore martellante e acuto
  • Guancia gonfia e mal di testa
  • Dolore all’occhio, nel caso in cui il dente infetto si trovi nell’arcata superiore

La diagnostica di un granuloma avviene principalmente attraverso una radiografia panoramica delle arcate dentali. La maggior parte delle volte i pazienti scoprono la presenza di un granuloma proprio in occasione di un semplice controllo dal dentista per valutare la situazione d’insieme. Anche gli esami del sangue possono fornire dei valori alterati che mettono in allerta e segnalano la presenza di un’infezione.

 

Come si tratta il granuloma del dente devitalizzato

A seconda della gravità e dello stato di avanzamento dell’infezione, il granuloma può essere trattato con diverse tecniche.

L’intervento più mirato e minimalista risulta essere il trattamento endodontico. Questo consiste nell’eliminare l’infezione nel dente ad ogni singolo livello e quindi rimuovere la causa primaria che ha determinato l’infezione. Il dente così guarisce nella sua struttura residua, quella che non è stata ancora distrutta dai batteri e viene così ripristinato un equilibrio biologico grazie alla rimozione degli agenti patogeni.

Il nostro consiglio per prevenire il granuloma è di eseguire con frequenza periodica visite di controllo dal dentista per tenere monitorata la situazione della propria bocca, specialmente in casi che hanno manifestato patologie pregresse.

Per la salute della tua bocca rivolgiti ai nostri specialisti. Prenota ora la tua visita con Progetto Sorriso!