Blog

Notizie e novità

Denti usurati: cause, sintomi e rimedi odontoiatrici

10 Mar 2022

Avere denti usurati è una problematica comune a molte persone. Il sorriso tende per natura ad invecchiare col passare degli anni. Ma oltre al naturale invecchiamento, il modo in cui i denti si consumano dipende anche da come chiudiamo la bocca, da come mastichiamo, dagli alimenti e bevande che assumiamo e anche da alcune patologie che possono interferire con la salute e l’estetica del sorriso. Proviamo dunque a capire come tutto ciò si manifesta e quali rimedi ci può offrire il dentista. 

 

Perché i denti si usurano?

I denti si consumano perché perdono una parte del tessuto duro, lo smalto e questo può avvenire come conseguenza di diversi fattori, tra cui soprattutto: 

  • eccessivo consumo di bevande e alimenti acidi;
  • malocclusione dentale;
  • bruxismo o digrignamento dei denti (per saperne di più sull’argomento leggi anche “Bruxismo sintomi da non sottovalutare”);
  • utilizzo di un dentifricio abrasivo o di uno spazzolino con setole troppo dure;
  • reflusso gastroesofageo o vomito frequente;
  • usura da invecchiamento.

L’usura dei denti non avviene però sempre nello stesso modo. Può avvenire infatti per abrasione o per erosione.

L’abrasione

L’abrasione dentale deriva dall’azione meccanica dovuta dallo sfregamento dei denti tra le due arcate oppure a causa del contatto dei denti con materiali duri o abrasivi. Rientrano in questa modalità di usura lo spazzolamento con setole molto dure, il bruxismo ma anche comportamenti e abitudini scorrette come ad esempio utilizzare i denti per svitare un tappo di bottiglia o sgusciare alimenti molto duri come le noci.

L’erosione

L’erosione dentale è quella invece dovuta all’azione di sostanze con un alto tasso di acidità. Esempi in tal senso sono l’ utilizzo di dentifricio abrasivo, l’assunzione di bevande e cibi molto acidi e, soprattutto, il fenomeno del reflusso gastroesofageo. Le persone maggiormente affette, in questo caso, sono quelle che soffrono di problemi di alimentazione, come anoressia e bulimia.

 

Quali sono i sintomi più comuni di denti usurati?

L’usura dentale può essere accompagnata da segni e sintomi facilmente riconoscibili. Quando si iniziano a notare i primi segni dovuti all’usura è bene intervenire tempestivamente per poter riparare il danno al meglio e rendere più efficace i trattamenti. Ecco quali campanelli d’allarme non bisogna sottovalutare: 

  • i denti ingialliscono o diventano più opachi del normale;
  • il contorno dentale risulta smussato o seghettato;
  • il profilo è più assottigliato e ad occhio nudo si notano delle crepe, in particolare sui bordi;
  • lo smalto perde vigore e diventa più trasparente;
  • si soffre con maggiore frequenza di sensibilità dentale.

 

Come intervenire per risanare i denti usurati?

Innanzitutto, quando i denti cominciano ad avere segni di usura è importante non improvvisare con rimedi fai da te (ad esempio l’uso del bicarbonato per sbiancarli) ma rivolgersi ad un professionista.   

Sarà infatti il dentista a valutare l’intervento più adatto, dopo aver valutato a fondo lo stato di salute attuale e compreso qual è lo stato di avanzamento dell’abrasione o dell’usura. Una volta identificate le cause che l’hanno provocato, si possono mettere in atto diverse tecniche utili a dare nuova vita ai denti.

Se i denti sono molto rovinati, si possono ottenere ottimi risultati con le faccette dentali. Le migliori sono quelle in ceramica, che vengono applicate sulla superficie esterna del dente per renderlo uniforme nel colore e nella struttura. Il processo è relativamente breve e poco invasivo, a fronte di risultati che garantiscono una buona tenuta nel tempo.  

Si possono utilizzare anche le faccette in composito che vengono applicate nel corso di una sola seduta e si modellano direttamente sulla superficie dentale. La resina con cui sono realizzate viene esposta ad un fascio di luce che indurisce il materiale e lo rende resistente.

In casi di denti maggiormente compromessi, anche in termini di normale funzionalità, si può ricorrere anche alle corone dentali in zirconio per ricostruire l’aspetto naturale del dente. Lo zirconio è infatti un materiale molto adatto a tali applicazioni perché garantisce un’elevata resa estetica e un’ottima resistenza. 

Per non dover ricorrere ad internventi di risanamento di denti usurati, il modo migliore rimane quello della prevenzione! Presta massima attenzione e cura alle abitudini quotidiane che riguardano la salute della bocca, dall’alimentazione all’igiene orale e non dimenticare di effettuare con frequenza periodica visite di controllo dal dentista! 

Prenota ora una visita da Progetto Sorriso!